Waiting in the Forest, Imagined Homeland, 2018 - Photo © Sharbendu De for Art Site Fest. All rights reserved.

Art Site Fest è una rassegna dedicata alle arti visive, alle produzioni sonore e alle nuove scritture,

sui temi dell’ambiente e del rapporto con la natura.

UN PERCORSO LUNGO DIECI ANNI

Con il 2024 giungiamo al traguardo dei dieci anni di attività. Abbiamo incontrato artisti, musicisti, autori, esposto opere, realizzato installazioni site specific, organizzato eventi, incontri, spettacoli, in decine di sedi, tra castelli, dimore e giardini storici, parchi, piazze. Sempre con la stessa curiosità per la creatività contemporanea, sperimentando linguaggi, connessioni e attraversamenti. Lo abbiamo fatto credendo nella necessità di affrontare i temi più urgenti dei nostri giorni, il primo tra tutti quello di cambio di paradigma culturale, nel pensare in nostro rapporto con l'ambiente e il vivente tutto.

Art Site Fest

LIVING BEINGS

06.10 - 06.11.2024

X EDIZIONE

Perché già una volta io sono stato fanciullo e fanciulla

e arbusto e uccello e muto pesce che guizza nel mare.


Empedocle, Purificazioni, frammento 117 DK

Un'anteprima

(in attesa del programma)

lunedì 13 maggio 2024

ore 16.45

Salone del Libro

Bosco degli scrittori 

Oval, stand Aboca Edizioni

Le piante comunicano. Tra loro e con noi umani, se sappiamo ascoltarle.

Alle piante e alla loro musica Riccardo Mazza ha dedicato una spettacolare performance per la prossima edizione di Art Site Fest, in programma a partire dal 6 settembre prossimo.

Riccardo Mazza, compositore e artista multimediale, impiega un’originale tecnologia con la quale registra le variazioni di resistenza elettrica delle piante del Bosco, dando vita a una vera e propria sinfonia.

Ce ne darà un’anteprima al Salone del Libro, lunedì 13 maggio alle 16,45, presso il Bosco degli scrittori, nello stand di Aboca Edizioni. Potremo così fare l’esperienza unica di una melodia nuova e antica al tempo stesso. 

Allora, volete sentirla anche voi questa musica?

Music for a Greenhouse è un’opera musicale di Riccardo Mazza basta su una composizione algoritmica che trasforma in elementi sonori i fenomeni naturali che sono presenti all’interno di un’ecosistema in tempo reale. Si tratta di una bio-sonificazione che avviene tramite una serie di sensori presenti nell’ecosistema. Una connessione diretta ad alcuni elementi biologici della vegetazione, come foglie, piante ecc. sono interpretate e trasformate in parti musicali e sonore secondo le regole date dall’autore per la composizione, mentre una serie di rilevazioni ambientali come temperatura, umidità, qualità dell’aria, quantità di luce determinano il comportamento della parti musicali generate dagli organismi biologici. Ne deriva un paesaggio sonoro che si evolve trasformandosi continuamente.


Riccardo Mazza, compositore, artista multimediale e docente presso la Scuola di Alto Perfezionamento Musicale di Saluzzo è specializzato nella ricerca sonora sperimentale. Ha collaborato con musicisti e compositori di rilevo internazionale, tra i quali, per molti anni, con Franco Battiato.

Ha condotto la sua ricerca artistica nel campo della generazione algoritmica per identità sonore fin dai primi anni 2000, partecipando a numerosi eventi nell’ambito della musica e dell’arte contemporanea tra cui: Pusan International Contemporary Art Festival Seul 2000, ARTISSIMA, Torino 2000, PAC - Milano, Basic Village Turin 2002, Luci d’Artista, Piazza Palazzo di Città Turin 2002, Festival International des Jardins, Château de Chaumont-sur-Loire 2003, Italian Fabric, La Biennale di Venezia 2003, Inside, Atomium Bruxelles 2007, Shape Of Time - Biennale di Video e Fotografia Contemporanea 2008, OrtoSonoro 2.0 - Pralormo Castle 2012, Murmures - Art Site Fest- Museo Lavazza 2022, Sight and Silence form the Deep Space - Art Site Fest - Museo Lavazza 2023.


UN PERCORSO PER IMMAGINI

GLI AUTORI

Oltre un centinaio gli artisti, performer, attorie, scrittori e studiosi che hanno partecipato alla rassegna, nelle diverse edizioni. Tra questi:

Giulio Agostino, Agostino Arrivabene, Eliszabeth Aro, Aqua Aura, Aurora Meccanica, Alice Benessia, Maura Banfo, Giuseppe Bergomi, Elisa Bertaglia, Viviane Bertrand, Isobel Blank, Domenico Borrelli, Orietta Brombin, Francesco Campanile, Stefano Cagol, Jessica Carrol, Mario Ciaramella, Piergiorgio Colombara, Daniela Conte, Peter Copek, Riccardo Costantini, Lamberto Curtoni, Paolo Delle Monache, Antonio De Luca, Aron Demetz, Leo F. Demetz, Carlo D’Oria, Diego Dutto, Pericle Fazzini, Fukushi Ito, Federica Ferzoco, Danilo Fiorucci, Jernej Forbici, Carlo Galfione, Gabriele Garbolino Rù, Tea Giobbio, Raja Khairallah, Stefano Giorgi, Federica Gonnelli, Paolo Grassino, Liana Ghukasyan, Lucia Guadalupe Guillèn, Monika Grycko, Maïmouna Guerresi, Marcus Jansen, Asako Hishiki, Raluca Andreaa Hartea, Enrico Iuliano, Robert Lang, Matthias Langer, Nicolai Lilin, Clara Luiselli, Christoph Luckeneder, Isabella Mara, Plinio Martelli, Florencia Martinez, Andrea Massaioli, Francesco Messina, Sabrina Milazzo, Walter Moroder, Nelly Monnier, Alice Padovani, Peter Simon Mühlhäußer, Klaus Munch, Sabrina Muzi, Chiara Paderi, Project-To, Viola Pantano, Artsiom Parchynski, Park Eon Youl, Sheila Pepe, Serena Piccinini, Arnaldo Pomodoro, Luigi Presicce, Ciro Rispoli, Carol Rama, Alex Rane, Claire Robert, Valeria Vaccaro, Luisa Valentini, Walter Vallini, Marika Vicari, Francesco Sena, Olga Schigal, Marianne Schmid, Nikolina Silla, Peter Senoner, Elena Serra, Daniel Spoerri, Luigi Stoisa, Antonello Tagliafierro, Luisa Valentini, Giuliano Vangi, Bruno Walpoth, Peter Wehinger, Salvatore Saav Zacchino, Cyryl Zakrzewski.


LE SEDI

Musei, musei d'impresa, residenze e giardini storici, parchi: oltre trenta, le sedi che hanno accolto Art Site Fest. Tra queste: Castello di Buronzo, Castello di Castelnuovo Calcea, Cantine storiche del Monferrato, Venaria Reale, Castello di Racconigi, castello Cavour di Santena, Casa Martini, Heritage lab di Italgas, Palazzo Chiablese, Archivio di Stato di Torino, Museo Egizio, Castello di Masino, Parco delle Vallere e ancora:

Area Archeologica

Nuvola Lavazza

TORINO

Musei Civici

Sale d'Arte

ALESSANDRIA

Museo Nazionale della Montagna "Duca degli Abruzzi" CAI - TORINO


Museo della Frutta

TORINO

Palazzo Biandrate

TORINO

Parco del Castello

GOVONE

Chiesa dello Spirito Santo

GOVONE

Archivio di Stato

TORINO

Museo Lavazza

TORINO

I PARTNER

ART SITE FEST è stata realizzata, per il 2023, con il patrocinio, il contributo, il sostegno e la collaborazione di

Città

di Torino

Città di Govone

Città di

Alessandria

Fondazione

CRT

Fondazione

Cassa Risparmio di Alessandria

Reale

Mutua

Museo della Frutta

Museo

Nazionale della Montagna

Aboca

Edizioni

Marzotto

Interiors

Redaelli

Teatro

Stabile

ASSOC.

Govone Residenza Reale

ASSOC.

Acquilegia

APS

Storie di Piazza

APS

Fili di Rame

Teca

Edizioni

ASM

Costruire Insieme


CRDesign


Web Audio


Cioccolato

Sperandri


PRESTO ON LINE IL PROGRAMMA 2024

Per informazioni e aggiornamenti:

info@artsitefest.it